2010.2020 – TRA STORIA E FUTURO

INSTA_10 anni

L’11 novembre del 2010 nasceva Santa Caterina Onlus per iniziativa di cinquantacinque Soci Fondatori, raccolti e orientati da Pietro Portaluppi, allora Presidente dell’Ente Trevisio. Finalità tanto urgente quanto impegnativa: raccogliere da zero i fondi necessari al restauro della chiesa di Santa Caterina, prezioso gioiello barocco nel cuore di Casale Monferrato.

Ho accettato la proposta di condurre l’Associazione nascente non per capacità specifiche o esperienze pregresse, ma per spirito di servizio, interesse culturale e attitudine al ‘problem solving’. Il percorso dei primi anni è stato tutto in salita, alla ricerca di Soci che condividessero la mission e di modi per suscitare l’attenzione comune.

Il primo obiettivo, condiviso con l’Ente Trevisio, è stato il restauro del tetto del coro, avviato con urgenza nel 2011 e finanziato per più del 50% grazie alle donazioni private raccolte dalla Onlus. Nel 2015 la svolta, con l’apertura del Santa Caterina Welcome Center in Piazza Castello e l’avvio di nuove iniziative culturali ad ampio raggio. A questa fase di grandi coinvolgimenti, segnata da fervore di idee ed entusiasmo, ne è seguita una terza di assunzione di responsabilità congiunte: l’esperienza maturata dall’Associazione ed i fondi raccolti, la nuova disponibilità di cassa dell’Ente Trevisio in seguito alla vendita di una porzione di patrimonio, la firma del protocollo d’intesa e del contratto di comodato d’uso gratuito ventennale sono gli elementi essenziali che hanno portato all’avvio di un importante lotto di lavori, inizialmente circoscritti all’esterno di lanterna, cupole e tamburo, poi estesi all’interno della lanterna ed ai tetti.

La Fabbrica di Santa Caterina, oltre ad essere la definizione un po’ altisonante del cantiere in corso, intende includere Enti, benefattori, professionisti e maestranze coinvolti nelle opere di restauro, accomunati dal senso di responsabilità in un’ottica innovativa di economia solidale. La chiesa di Santa Caterina, infatti, è patrimonio di tutti: una volta restaurata e di nuovo pubblicamente fruibile, potrà tornare a sorprendere visitatori e a nutrire anime di bellezza, migliorando l’attrattività turistica e culturale di Casale e dell’intero territorio del Monferrato. Non pensiamo che il mondo si cambi solo dall’alto: lo cambiamo tutti insieme, con le scelte per far vincere un’economia che crei non solo valore economico ma anche impatto sociale e ambientale.

 

Marina Buzzi Pogliano 

Presidente Santa Caterina Onlus