SABATO 9 SETTEMBRE IL CONCERTO DI GABBA E MANZOTTI

Sabato 9 settembre alle ore 18.00 nella chiesa di S. Caterina a Casale Monferrato,  Arte Organistica nel Monferrato – progetto della Associazione Musicale Concentus – riprende l’attività concertistica con il quarto appuntamento della XII Stagione.
È un concerto molto particolare in quanto sarà incentrato sulla musica barocca italiana e vedrà esibirsi per la prima volta a Casale il famoso sopranista Angelo Manzotti accompagnato al clavicembalo da Massimo Gabba.
L’evento è organizzato in sinergia con l’Associazione Santa Caterina Onlus e si inserisce in un percorso storico incentrato sulla figura dei Gonzaga che dominarono la nostra città dal 1559 ai primi del XVIII Secolo. A cavallo tra ‘500 e ‘600 nacque e si sviluppò l’Opera italiana e proprio i Gonzaga ricoprirono un ruolo fondamentale nel contesto culturale dell’epoca in quanto Claudio Monteverdi visse e operò presso la loro Corte.
È proprio con il “Lamento di Arianna” di Monteverdi che si aprirà il concerto, in un susseguirsi di Arie italiane di Antonio Vivaldi e Georg Friderich Handel tratte dalle Opere più in voga del Barocco.
Di seguito il programma del concerto di sabato:
C. Monteverdi: Il Lamento di Arianna
G. F. Handel: Empio dirò tu sei (da Giulio Cesare)
G. F. Handel: Chaconne in G HWV 435 – cembalo solo
G. F. Handel: Cara Sposa (da Rinaldo)
A. Vivaldi: Sorge l’irato nembo (da Farnace)
G. F. Handel: Aure deh per pietà (da Giulio Cesare)
A. Vivaldi – J. S. Bach: Concerto in D BWV 972 – cembalo solo
G. F. Handel: Furibondo spira il vento (da Partenope)
Angelo Manzotti si dedica alla riproposta del repertorio storico dei castrati, sviluppatosi dall’inizio del Seicento, fino ai primi anni dell’Ottocento (Monteverdi, Händel, Vivaldi, Mozart, Rossini). Ha partecipato alle prime due edizioni dell’Accademia Rossiniana organizzata dal Rossini Opera Festival di Pesaro, specializzandosi nei ruoli di contralto rossiniano “en travesti”, continuando poi il suo perfezionamento tecnico-stilistico con Rodolfo Celletti e nell’ambito di stages sulla musica barocca (a Venezia, con Alan Curtis e a Bologna con Jean Claude Malgoire).
Finalista al IV Concorso Internazionale di canto “Mario Del Monaco” (Castelfranco Veneto, 1990), nel 1992 risulta vincitore del 1° Torneo Internazionale di Musica (Roma 1992) e del premio “Lauri Volpi”, oltre a brillare sul podio del Concorso Internazionale di canto “Luciano Pavarotti” (Philadelphia 1992). Nel 1996 viene insignito del “Timbre de Platine” di Opéra International per il CD Arie di Farinelli. Successivamente, nel novembre 2003, vince il Premio per artisti lirici della Provincia di Mantova. Infine, nell’agosto 2010, vince il prestigioso Premio “Franco Enriquez” per il settore lirica a Sirolo.
 
L’ ingresso è a offerta libera.